Il virus covid-19 può essere creato in laboratorio?

Scienza / Alta tecnologia

Ancora oggi, un anno dopo l'anniversario della pandemia, c'è una questione irrisolta sulla SARS-CoV-2. Come ha avuto origine il virus, da dove sono arrivati i primi casi. Domande irrisolte che, grazie alla mancanza di cooperazione della Cina, potrebbero rimanere senza risposta.

La teoria scioccante

Una delle teorie più accettate, e spesso quella che ci sciocca di più, è che la SARS-CoV-2 potrebbe essere stata creata da mani umane.

E il fatto che questa sia una delle teorie più accettate non è una coincidenza, ricordando che quasi nessuno, se non tutti, hanno assistito in passato a un evento della portata di una pandemia. La gente si chiede se è possibile che un tale incidente possa essere causato naturalmente, visti i progressi come civiltà che abbiamo oggi.

Non è assurdo pensare che sia la più probabile, ricordate che c'era un laboratorio a Wuhan, l'epicentro della pandemia quando è iniziata.

Oggi, questa teoria è stata completamente scartata, tuttavia, non è escluso che il covid-19 sia una creazione umana, poiché la ricerca ha trovato sequenze genetiche dell'HIV, per esempio.

La teoria dei virus zoonotici

Tuttavia, la teoria con il maggior peso scientifico fino ad oggi conclude che il virus è di origine zoonotica. Questo significa che il varus è stato passato da un ospite animale a un umano che ha avuto un contatto con esso. Tuttavia, anche se il pipistrello è stato inizialmente menzionato, l'animale non è stato ufficialmente identificato.

Un'altra teoria suggerisce che gli scienziati hanno preso una variante covid di un pipistrello e l'hanno usata come modello per creare la SARS-CoV-2.

Finora, in un programma di Fox News, questa ipotesi è stata rimessa sul tavolo perché, secondo Steve Hilton, un coronavirus di pipistrello, RaTG13, condivide il 96,2% di identità genetica con SARS-CoV-2, il che lo rende automaticamente il virus più vicino al covid-19.

Tuttavia, un gruppo di scienziati di Health Feedback ha concluso che questa ipotesi è improbabile perché un gruppo di virologi rifiuta la proposta perché il restante 4% del virus che potrebbe risultare dall'uso di RaTG13 come modello diverge dalla SARS-CoV-2.